• Pizzo della corna

Pizzo della Corna

Dal Rifugio Campel è possibile intraprendere l’itinerario per il Pizzo della Corna ad un’altitudine di oltre 2000 metri. Un’escursione panoramica che offre, una volta raggiunta la meta, una visuale mozzafiato di tutta la vallata sottostante.

Difficile resistere alla Val Sedornia. Dal Rifugio Campel è possibile seguire, tutto l’anno, in condizioni meteorologiche sicure, l’itinerario per il Pizzo della Corna. Risalendo la pista da sci all’estrema destra, fino a quota 1800 metri circa, dove è situata la casetta di partenza per le gare di sci, è possibile procedere tra radi arbusti fino all’evidente colletto a destra del Monte Cavandola, detto Rambasì, passando sotto i pendii a nord-est del Pizzo delle Corna. Piegando decisamente verso ovest, potrete risalire il dosso sempre più ripido. Poco dopo il dosso si fa decisamente più ripido, e spesso è più conveniente togliere gli sci e salire a piedi per una ventina di metri. Rimessi gli sci, potrete iniziare a salire per pendii, sempre piuttosto sostenuti. Poco prima di raggiungere la cima del Pizzo delle Corna, dovrete con molta attenzione tagliare a sinistra, e dopo un traverso in leggera discesa, risalire per pochi metri fino a giungere alla vetta del Vigna Soliva.